Home

Molte persone quando entrano nella mia bottega mi chiedono se sia io a costruire gli strumenti esposti. La mia risposta è sempre la stessa:” Si sono io”. Eppure colgo ancora incertezza nei loro sguardi …. infatti la domanda che segue è sempre:” Come si fa?”.

Credo che il compito di ogni buon artigiano, in questo caso il liutaio, sia di fare appassionare le persone al lavoro che si esegue ed il modo migliore è spiegare loro il “come si fa a fare ciò che fai”.

Mi presento spiegando che fare il liutaio non è un hobby, ma un vero e proprio mestiere che non si può improvvisare: inizialmente serve una guida che insegni a “tirar di scalpello”, ma anche a conoscere il legno, la sua chimica, la sua fisica e, di non minore importanza, la sua storia. Spiego poi che il liutaio è prima di tutto un artigiano ma anche un botanico, un ebanista, un fisico, un chimico e un ingegnere.

Tutto questo deve essere mosso da un’unica parola:” passione”.

Translate »